• An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

Tour virtuale nei Sibillini

La grotta della Sibilla

La Grotta della Sibilla o grotta delle fate si trova a 2150 m slm sul monte Sibilla. Il suo accesso è pochi metri più in basso dalla vetta. Oggi della mitica grotta rimane un cratere colmo di massi e detriti. La sua volta infatti è crollata.

Riportiamo le parole di Cesare Lippi Boncambi che nel suo libro I monti sibillini ha così ben descritto la grotta come si presentava nell agosto del 1946:
Ben poche sono le grotte, e tali da non presentare alcun interesse speleologico.
Sono riuscito ad esplorare una sola grotta, appena degna di tal nome, famosa per le leggende cui ha dato origine e per la vastissima letteratura storica, romantica e poetica che ha fiorito intorno ad essa in Italia ed all' estero dal Medioevo ai giorni nostri: la celebre "Sibilla" o "Grotta delle Fate" presso la cima del monte omonimo, a quota 2150 (vedi pianta e sezione).

Pianta della grotta delle fate, secondo il rilevamento fatto nel 1948 da Cesare Lippi Boncambi

L'ingresso A (figura 6) comunica attraverso un breve corridoio inclinato (figura 7) con lo stanzone alto 3,80 metri e largo da m. 2 a un massimo di m. 6, che costituisce la parte centrale della grotta avente una lunghezza totale di metri 10.
Al fondo dello stanzone si nota nella roccia un breve pertugio B, dal quale si torna all' esterno mediante un cunicolo scoperto. Nel terreno della grotta si trovano in D, poi in E e quindi in F, alcune ramificazioni della cavità, che sarebbero ritenute quali probabili prolungamenti del percorso attualmente otturato.


Sezione della grotta delle fate, secondo il rilevamento fatto nel 1948 da Cesare Lippi BoncambiAll'atto del mio sopralluogo uno scavo intrapreso dal Consalvatico, e successivamente interrotto, aveva messo in evidenza alcuni gradini, che secondo detto autore, corrisponderebbero singolarmente a quelli della scala descritta nella narrazione favolosa del viaggiatore De La Sale.
A proposito dell' "Antro della maga Sibilla" tanto decantato eppur così poco conosciuto fisicamente, ho il piacere di essere il primo a dare notizie esatte, avendone curato il rilevamento topografico per sfatare il rilevante e del tutto immaginario percorso sotterraneo che, secondo la fantasia degli indigeni e dei romanzieri, avrebbe dovuto collegare la Sibilla con foce nella sottostante valle dell' Aso.

   Mostra # 
1 Antoine de La Sale
2 Giuseppe Antonini
3 Domenico Falzetti
4 Fernand Desonay
5 Angelo Flavio Guidi
6 Vincenzo Frenguelli
7 Mario Monti Guarnieri
8 Pio Ràjna
9 Theodor Mommsen
10 Paolo Mèrula
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 3